Skip links

Crauti rossi fermentati

Come si preparano i crauti rossi fermentati?

Fermentare i crauti è velocissimo, bastano pochissimi minuti e qualche utensile e i vostri crauti rossi fermentati sono pronti.

La ricetta dei crauti rossi è una delle prime ricette che ho provato ed è stato un vero successone! Non solo questi crauti sono buonissimi, ma sono anche doppiamente salutari, visto l’altissimo contenuto di antociani degli ingredienti con i quali sono preparati. Potete anche provare prima con piccoli quantitativi, e testare il gusto, ma una volta provata sicuramente ne preparerete in quantità.

Imparare a prepararli è semplicissimo: nel video qui sotto potete seguire la preparazione passo passo.

 

Crauti rossi: che differenza c’è con il classico cavolo cappuccio verde?

A differenza dei crauti normali, quelli rossi restano molto più sodi e croccanti. Anche solo vedere il loro colore acceso rosso/violaceo fa capire l’alto contenuto di antiossidanti presenti nella ricetta. Il cavolo cappuccio verde ha comunque tantissime proprietà, ma il contenuto di antiossidanti è nettamente inferiore.
Il cavolo cappuccio può essere tagliato sia con un robot da cucina, che con un coltello affilato a mano. Devo dire che nel secondo caso il risultato è stato nettamente migliore. Tritando col robot da cucina la verdura risulta solitamente molto sottile e tende quindi ad ammorbidirsi durante la fermentazione, con un taglio più grossolano si mantiene meglio la croccantezza.

Sapevate che un solo cucchiaio di queste verdure contiene più fermenti e vitamine dei più comuni integratori in commercio?
Se volete provare, ecco qui la mia ricetta, semplice e veloce, avrete solo  bisogno di un barattolo ben lavato, possibilmente a mano e non in lavastoviglie con brillantante, che lascia sempre dei residui.

Ovviamente potete dimezzare le dosi per preparane in quantità inferiori.

Ingredienti per i crauti rossi

1 cavolo cappuccio rosso (circa 750gr)
1 barattolo da 2lt di vetro
2 mele
1 cipolla rossa
1 carota grande (opzionale)
1 cucchiaio di sale integrale o sale rosa dell’Himalaya + 1 cucchiaino
60ml di siero di kefir (opzionale)
Bacche di ginepro (opzionali)
acqua quanto basta

Prearazione

  • Tagliate l verza rossa in 4 spicchi, sciacquate bene e affettate come preferite (in media io faccio listarelle da circa 3/4mm).
  • Tagliate la carota e la mela a fette o listarelle o a cubetti.
  • Affettate finemente la cipolla rossa.
  • Versate la verdura tagliata in una larga ciotola, cospargetela con un cucchiaino di sale e mescolate con le mani.
  • Inserite la verdura nel barattolo spingendo delicatamente per farla entrare tutta. Riempite il barattolo fino a lasciare 5/6 cm di distanza dal coperchio (durante la fermentazione salirà il livello di liquido nel barattolo)
  • In una ciotola mescolate il siero del kefir (se ne avete a disposizione), il cucchiaio di sale, le bacche e il pepe
  • Versate il mix nel barattolo e poi aggiungete abbastanza acqua da ricoprire le verdure
  • Aprite il coperchio una volta al giorno per far uscire il gas in eccesso ed evitare che il barattolo perda del liquido.
  • Chiudete il barattolo e lasciate riposare in luogo fresco e buio per 6/7gg.
  • Una volta trascorso il tempo di fermentazione mettete in frigo.
  • Queste verdure si mantengono fino a 9 mesi in frigorifero.

 

Consigli utili

Le misure sono più o meno indicative, la proporzione di base è sempre 100:3, ovvero per ogni 100ml di acqua, si usano 3gr di sale.
Se preferite le verdure più saporite potete aumentare un pochino il sale, ma è sconsigliabile. Al termine della fermentazione il sapore è sempre molto intenso.
Per quanto riguarda il sale, io consiglio sempre di usare quello integrale e non sale da cucina normale. Il sale integrale contiene tantissimi minerali e microminerali di cui il nostro organismo ha bisogno.