Skip links

Soda all’arancia

Se vi piace la classica Oransoda, di sicuro amerete questa semplicissima bevanda frizzante all’arancia che, a differenza di quella commerciale, è ricca di ingredienti naturali e di probiotici!

Questa ricetta è molto semplice e in soli tre giorni avrete a disposizione una soda frizzantissima all’arancia per l’aperitivo, per i bambini o per qualsiasi altro momento della giornata. 
Quando ho preparato questa ricetta per la prima volta, ho rischiato di trovare la cucina ricoperta di succo di arancia, non tenendo conto dell’aumento della temperatura in primavera ho lasciato direttamente a fermentare per 72 ore, fin quando una mattina alle 5 ho sentito un rumore strano e (reduce da un’esplosione di kombucha, sempre alle 5 di mattina!!!!) sono corsa in cucina ho visto la bottiglia che cominciava pian piano a non poterne più di tutto quel gas, e allora ho coperto la bottiglia con una busta e uno straccio e ho fatto uscire il gas di troppo.. risultato: cucina salva e una soda buonissimaaa!!

In questo caso non siamo neanche costretti ad aggiungere zucchero per far fermentare la bevanda visto l’alto contenuto di zuccheri presenti naturalmente nell’arancia, sappiate comunque che, come per il kombucha, lo zucchero presente favorirà la fermentazione e sarà trasformato in anidride carbonica.

 

Ingredienti (per 500ml)

  • 4 arance
  • 60ml siero di kefir o yogurt
  • acqua
  • 1 pizzico di sale

Preparazione

  • Spremete le arance e versatele in una bottiglia o in un barattolo da 500ml (va bene anche leggermente più grande es. 750ml per lasciare spazio alla fermentazione ed evitare spiacevoli incidenti 🙂 )
  • versate il siero e il pizzico di sale nella bottiglia e aggiungete acqua per arrivare a 500ml
  • chiudete bene e lasciate fermentare per 48 ore a temperatura ambiente a riparo dalla luce diretta del sole
  • controllate che la fermentazione non faccia salire troppo li livello del liquido nella bottiglia altrimenti rischia di scoppiare, aprite leggermente il tappo del barattolo o il tappo a scatto della bottiglia per fare uscire il gas in eccesso)
  • Se al termine delle 48 ore non è abbastanza frizzante, potete sempre lasciare a fermentare altre 12/24 ore
  • mettete in frigo o se preferite bevete subito a temperatura ambiente

 

 

 

Leave a comment